I nomi Tina Bhojwani e Jean-Michel Cazabat sono ben noti nel settore della moda. Bhojwani è stato Senior Vice-President of Theory per oltre un decennio, un ruolo che è stato seguito dal suo ruolo di Presidente, Nord America di Dolce e Gabbana. Cazabat ha speso la sua intera carriera in calzature di lusso come capo di entrambi Stephan Kélian e Charles Jourdan prima di dirigere la sua omonima etichetta dove ha creato scarpe che vivevano all’intersezione tra qualità italiana, design sexy e comfort.

Insieme al loro partner e investitore, Alvertos Revach, il trio ha lanciato AERA, un marchio di scarpe che incarna le scarpe di lusso fatte a mano in Italia: sono vegane, sostenibili e ciò che Bhojwani definisce “radicalmente trasparenti”.

Hanno iniziato analizzando attentamente l’esatto impatto ambientale per creare una linea di scarpe nella loro visione. Hanno lavorato fianco a fianco con SCS Global Services , leader nel campo della certificazione e dello sviluppo di standard di terze parti in “sostenibilità ambientale, sostenibilità, sicurezza alimentare e prestazioni di qualità”. SCS considera ogni singolo input nella creazione di qualsiasi prodotto dall’inizio alla fine con conseguente analisi approfondita e certificabile dell’impatto ambientale. Nello spirito di detta trasparenza radicale, il report SCS su AERA è disponibile sul loro sito web .