Capelli anni ’70? Ora è l’ora del Butterlfly cut

butterfly alberico (1)

Butterfly Cut – o il taglio a farfalla – è il nuovo taglio di capelli sulla bocca di tutte le fashion addict, perfetto per quelle donne che non desiderano accorciare le chiome pur restando al passo con le nuove tendenze.

È un taglio di chiara ispirazione anni Settanta. Ricordate le Charlie’s Angels? Ebbene sì è proprio la pettinatura che portava Farrah Fawcett e a quegli anni si fa riferimento con i diversi volumi e il movimento fornito dalla scalatura che è evidenziata nella fase di asciugatura. La riga al centro e la frangia ai lati con punte evidenti, il finishing mosso e strutturato dall’aria sbarazzina, sono gli elementi che lo rendono un retrò molto ricercato anche dalle giovanissime a partire dalla Generazione Z.

Cos’è il Butterfly Cut? Il cosiddetto “taglio a farfalla” è un look che racchiude in sé i due mondi più ambiti, quello dei capelli lunghi e quello dei capelli corti, due tagli di capelli in uno e ti dà la possibilità di giocare con i capelli corti senza doverli tagliare.

Si tratta di un’illusione ottica divertente. “Per realizzarlo è necessario disegnare le diverse lunghezze che ne formeranno la struttura – ci spiega Alberico D’Alessandro -. Il gioco è preservare la lunghezza dei capelli lunghi aggiungendo la freschezza e lo stile del bob, grazie alla doppia lunghezza: è più corto davanti e più lungo dietro”.

Il Butterfly Cut può essere adattato a tutti i tipi di capelli, le strutture e persino le forme del viso ma funziona meglio per i capelli ricci e mossi. Questo taglio richiede poco o nessuna manutenzione o prodotto per lo styling.

Print Friendly, PDF & Email