Christian Dior non ha mai nascosto la passione per le arti divinatorie, per gli amuleti. Le veggenti predissero al couturier la sua rivoluzione nella moda.

Maria Grazia Chiuri, direttore creativo della maison francese, si affida per questa collezione proprio ai tarocchi. Matteo Garrone produce il fashion film “Le Chateau du Tarot, e in 10 minuti ci addentriamo all’interno di un mondo fiabesco, di un mondo misterioso, esoterico, all’interno del Castello di Sammezzano vicino a Firenze.

La magia e il mistero sono gli elementi centrali: 46 look rappresentano i caratteri dei tarocchi del rinascimento.

La protagonista, Agnese Claisse, figlia dell’attrice Laura Morante e dell’attore e regista George Claisse, incontra una cartomante e le chiede “chi sono”? Inizia, così, un viaggio alla ricerca di sè, del futuro.

Il castello è un labirinto e Agnese fa degli incontri surreali: la Papessa, la Giustizia e il Matto, figure che la mettono davanti a delle decisioni da prendere, la disorientano, le pongono questioni, la invitano a guardare il mondo usando un punto di vista diverso. E’ un viaggio onirico, magico, è un mondo fatato.

Una collezione che non passerà, sicuramente, inosservata.

Gli abiti incantano lo spettatore, le protagoniste sono vestite d’oro, ci sono ricami, pizzi, tessuti preziosi, acconciature fantastiche, come quadri d’epoca, sono l’autentica firma Dior. Sprigionano regalità e sontuosità, interrotte da una vena maschile, spunta un tailleur giacca e pantalone.

Tornano gli abiti impero, l’abito di organza con la cappa, tweed, pantaloni a vita alta. I colori vanno dall’oro, al blu scuro, al grigio, simbolo della maison.

Nonostante l’ambiente cupo, è tutto molto leggero. Una storia italiana, un inno alla bellezza, i primi mazzi di carte furono realizzate da Bonifacio Bembo verso la metà del 1400 per intrattenere i Duchi di Milano, siamo nel pieno Rinascimento, speriamo sia di buon auspicio.

L’Alta Moda rappresenta un mondo a parte rispetto alle scelte quotidiane.

Ma la Chiuri nella sfilata fiabesca sceglie una calzatura traforata con motivo a rete per sentirci più sicure. E allora quest’estate possiamo azzardare ad indossare un abito lungo con le scarpe basse.

“In tempi incerti, pensare che esista il soprannaturale, qualcosa che sia al di là del nostro controllo, e che appellandosi a certe forze si possa conoscere il futuro, è rassicurante”.

Maria Grazia Chiuri.

Un invito a non avere paura, ma ad andare sempre avanti.

by Virginia D’Amico

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Ho letto la Privacy Policy ed accetto