Bermuda in citta' Giorgio Armani

Estate 2024: Armani boccia i bermuda in città

Re Giorgio dà lezioni di stile: boccia i bermuda in città. I pantaloncini vanno bene in vacanza, in città sono fuori luogo.

Giorgio Armani riparte da Richard Gere in American Gigolò, da quell’eleganza destrutturata che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Questa iconica eleganza si ritrova nella collezione maschile primavera estate 2024, dove il corpo non è mai «evidentemente scoperto, ma se ne percepisce l’energia che anima i volumi lievi». Tutto è comodo, forme e volumi sono uniti in una silhouette scivolata, rilassata. Ecco il nuovo doppiopetto leggero come una camicia, indossato con un foulard e un pantalone morbido con le pinces. Mentre il blazer peso piuma si abbina al gilet portato a pelle; sul completo-pigiama in seta spuntano disegni micro e sulla giacca una stampa di nodi e intrecci che si ritrovano sulle espadrillas. Piccole geometrie che servono a «cambiare l’aspetto di un uomo in giacca e pantalone», precisa Re Giorgio in un’intervista di qualche tempo fa a Libero Quotidiano. Ma è la morbidezza a rendere la sfilata fluida, quasi liquida.

L’Influenza dell’Estetica Asiatica

«Nasce da una visione di eleganza di una certa popolazione asiatica», spiega Re Giorgio. «Loro portano sempre queste cose molto comode e morbide che accarezzano il corpo, ma non lo costringono ed è una forma di vestire che è al tempo stesso elegante e comoda con i tempi che viviamo».

La collezione di Armani riflette questa estetica, combinando comfort e raffinatezza. Le linee sono morbide, i tessuti leggeri e la silhouette complessivamente rilassata. È un ritorno a una forma di eleganza che non impone, ma che suggerisce, che accarezza il corpo senza costringerlo. Questa è la nuova visione di Armani per l’uomo moderno: eleganza senza sforzo.

Il No Deciso ai Bermuda in città

Nonostante la prevalenza dei bermuda nelle passerelle delle fashion week Armani ha una posizione chiara: i pantaloncini sono adatti solo per le vacanze e la spiaggia. «Vanno bene in vacanza e per andare in spiaggia», dice Armani, ma sono «orribili da vedere in città». E poi, «bisogna avere delle belle gambe», ironizza Armani che li ha fatti in passato ma solo per abbigliamenti sportivi. Non ci si può presentare in ufficio con i bermuda o a un meeting.

Nella vita ci vogliono sempre buon senso, «discrezione e attenzione» per i luoghi e per le persone che li frequentano. E «per ricordare a tutti come l’uomo dovrebbe vestire», precisa lo stilista milanese, le ultime uscite sono dedicate ai completi sartoriali (anche doppipetti non abbottonati), indossati con scioltezza.