Fiorucci Reloaded

Fiorucci Reloaded: Una Rinascita Esplosiva tra Pop-up e Sfilate a Settembre

Un Nuovo Capitolo nel Mondo della Moda Italiana

Il rinnovato percorso di Fiorucci si manifesta in modo sempre più articolato, segnando una rinascita entusiasmante nel panorama della moda italiana. Dopo il trionfale ritorno alla Milano Fashion Week lo scorso settembre, il prestigioso marchio si prepara a presentare la collezione autunno/inverno 2024 durante la prossima settimana della moda meneghina, con un evento programmato per il 22 febbraio.

La Celebrazione dell’Identità con Fiorucci Reloaded

Il direttore artistico Alessandro Pisani rivela l’approccio unico che caratterizzerà l’evento: “Al mattino, racconteremo in maniera ironica le immagini del lookbook, in uno stile unconventional che rispecchia i codici identitari del brand. La sera, allestiremo un party con talenti vicini alla Z Generation e dj set in una location ancora top secret.”

Milano Fashion Week rappresenta un momento cruciale sia dal punto di vista creativo che in termini di business, rafforzando i legami con i partner che sostengono il nuovo corso del marchio. Pisani sottolinea l’importanza di questa vetrina di lusso accessibile, facilitando il lavoro di Fiorucci. L’AD anticipa anche una sfilata durante l’edizione di settembre, segnalando il costante impegno nel ridefinire la strategia del brand.

Casa Fiorucci: Nuovo Hub Creativo e Spazio Storico

Per la presentazione di febbraio, il marchio svelerà per la prima volta ‘Casa Fiorucci‘, il nuovo headquarter di mille metri quadrati in via Lomazzo, zona Paolo Sarpi. Questo spazio innovativo conterrà showroom e hub creativo, con un’inaugurazione ufficiale prevista per questa estate. Pisani annuncia con entusiasmo: “Dedicheremo uno spazio all’archivio Fiorucci, rileggendo la storia del marchio disponibile per gli addetti ai lavori, gli studenti di moda e gli appassionati.”

Tributo a Elio Fiorucci alla Triennale di Milano

Per celebrare il genio del fondatore Elio Fiorucci, la Triennale di Milano ospiterà una mostra dal prossimo ottobre a febbraio. Una rilettura completa del suo lavoro, potenzialmente estendibile oltre la data di chiusura stabilita, sarà allestita per onorare l’eredità creativa di Fiorucci.

Fiorucci Reloaded: Un Approccio Innovativo alla Distribuzione

La ridefinizione della strategia del marchio si estende anche alla distribuzione. Un nuovo pop-up sarà aperto domani in Rinascente Duomo, dedicato alla collezione presentata a settembre. Pisani spiega: “Si tratta di uno spazio notevole, 120 metri quadrati, che coprirà sia San Valentino che la fashion week, rappresentando il primo contatto con il pubblico finale del Fiorucci Reloaded. Sarà aperto per un mese e poi replicheremo il medesimo concept a Parigi, presso Galeries Lafayette Champs-Élysées, a partire dal 4 marzo.”

Strategia di Espansione Globale

Il CEO Pisani si dichiara molto soddisfatto della campagna vendite della collezione zero, con il 67% degli appuntamenti con i buyer che ha confermato l’ordine della pre-fall 2024. La strategia di Fiorucci si concentra sui pop-up, con l’obiettivo di raddoppiare i doors entro la fine dell’anno. Pisani afferma: “Solo dopo aver potenziato il brand e definito il concept ragioneremo su eventuali monomarca. A partire dal fashion show di settembre, potenzieremo l’espansione nel canale wholesale.”

Un Nuovo Capitolo di Fiorucci: Dal 2022 sotto la Direzione di Dona Bertarelli

Dal 2022, il 100% della proprietà di Fiorucci è passato a Dona Bertarelli, filantropa ambientale attiva per la protezione degli oceani. Bertarelli, originaria di Roma e ora residente in Svizzera, ha acquisito la label dalla britannica Janie Schaffer. Gli Schaffer avevano rilevato il marchio dai giapponesi di Itochu, che a loro volta lo avevano acquisito nel 1990 dal produttore giapponese di jeans Edwin.

Focus sul Futuro: Accessori e Mercati Internazionali

Oltre al ready-to-wear, Fiorucci punterà sempre più sugli accessori, con la borsa Mella in primo piano, declinata in diverse varianti colore. La visione di Pisani è chiara: “Allargheremo la presenza a macchia di leopardo in Europa, per poi incrementare la presenza negli Stati Uniti, in Corea e Giappone fino ad approdare in Cina.”

Con un’attenzione particolare alle boutique con caratteristiche distintive, Fiorucci mira a espandersi in modo mirato. Pisani conclude con determinazione: “In Italia ci sono almeno cento potenziali clienti, occorre partire dalle vetrine più credibili e grazie a loro andare oltre.”

Fiorucci, guidato dalla visione di Alessandro Pisani e ora sotto la direzione di Dona Bertarelli, sta vivendo un’autentica rinascita nel mondo della moda. Con un approccio innovativo alla distribuzione, l’apertura di ‘Casa Fiorucci’, e una mostra celebrativa a Milano, il marchio si posiziona come un punto di riferimento per la moda italiana e internazionale. Con il suo passato intriso di creatività e il nuovo slancio verso il futuro, Fiorucci è destinato a lasciare un’impronta indelebile nel panorama della moda.