Bespoke

Come abbiamo già specificato nel nostro articolo in cui spieghiamo le differenze fra un abito su misura e un abito sartoriale, “bespoke” verbo bespeak significa “ordinare di fare” e deriva appunto dagli ambienti tradizionali inglesi ottocenteschi di Savile Row.

A quei tempi le sartoria possedevano in casa tagli di tessuto che i clienti avevano già selezionato per i propri abiti affinché, prese le misure, si potessero realizzare i capi con il tessuto di cui si era parlato (“been spoken for” la cui contrazione bespoke). Da qui l’aggettivo bespoken, e quindi “ordinato”.

Un capo bespoke rappresenta oggi la quintessenza della della moda maschile formale: non un semplice capo su misura ma un prodotto discusso, progettato e realizzato per calzare alla perfezione il fisico di chi lo indosserà. Caratteristiche intrinseche ad un termine oggigiorno universale, comprensibile per qualunque scuola sartoriale a qualunque latitudine.

Reference: LE PAROLE DELLA MODA

Vintage Italian Fashion