Sono trascorsi 11 anni dall’11 febbraio 2010, quando il rivoluzionario stilista pose fine alla sua vita e a una carriera brillante, eppure Alexander McQueen riesce ad incantare ancora oggi il mondo della moda, con collezioni uniche, dettagli impeccabili e l’abilità di rendere ogni capo un’opera d’arte senza tempo.

E’ uno dei miei designer preferiti, lo amo per la provocazione innata, le ambientazioni futuristiche e l’approccio senza filtri alle sfaccettature più intime e oscure dell’animo umano.

Un nuovo modo di concepire la moda uscita dagli schemi in mille modi diversi, non solo con il suo approccio al design e all’alta sartorialità, ma anche all’abbigliamento femminile in generale, vestendo le donne con un approccio mai pensato prima.

Oggi il Blazer extra lusso di Alexander McQueen è ancora un capo all’avanguardia, super elegante e raffinato.

Qualsiasi donna può vestirsi McQueen. E anche Kate Middleton ha indossato il suo meraviglioso look total black dove il capo must have era, per l’appunto, un blazer dai risvolti in raso. Abbinato in maniera impeccabile a una t-shirt nera con scollo quadrato e a dei pantaloni a sigaretta. Il costo del blazer extra lusso? Bellissimo ed elegantissimo non è però alla portata di tutte le tasche: 1.240 sterline, ovvero circa 1.373 euro. 

 

La stessa Melania Trump nell’autunno 2020 ha esibito un particolare tailleur militare alla Convention Nazionale Repubblicana nel Rose Garden della Casa Bianca.

Alexander McQueen è stato prima di tutto un uomo, un sognatore ribelle, un anarchico concettuale, un essere fragile e geniale. Provocatorio e sensibile come pochi, la sua storia delinea il profilo di una personalità che, con sfilate sensazionali e collezioni indimenticabili, ha scritto un capitolo importante della storia della moda arrivando ai vertici della creatività contemporanea e lasciando le porte aperte a quella futura.

Nell’arco dei suoi 18 anni di carriera, le sfilate per la sua griffe, ma anche quelle per Givenchy – di cui è stato direttore creativo dal 1996 al 2001 – sono state a dir poco leggendarie: 10 minuti di puro spettacolo che coinvolgeva e incantava il pubblico per le idee audaci e straordinarie.    Ci si dimentica facilmente, però, che a inizio carriera le creazioni di McQueen – quattro volte British Designer of the Year, Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico e considerato da tutti un genio assoluto – avevano suscitato reazioni contrastanti.

Oggi il suo marchio, detenuto da Kering, è nelle mani della designer Sarah Burton, già suo braccio destro, e la sua memoria è tutt’ora oggetto di celebrazioni e di tributi.

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Ho letto la Privacy Policy ed accetto

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Ho letto la Privacy Policy ed accetto