Post

#Moda: Oggi mi vesto … da «Piccole donne»

Piccole-donne2-850x599

Se il remake di «Piccole Donne» (al cinema dal 9 gennaio) si preannuncia come uno dei momenti fashion più memorabili dell’anno anche lo stile delle sorelle March sarà protagonista nel mondo fashion del 2020: gonne a ruota, camicette in cotone, stivaletti stringati, nuance pastello e fiori à go-go.

Jacqueline Durran, costumista della pellicola, ha definitivamente trasformato le quattro sorelle March in vere e proprie fashion influencer a distanza di un secolo e mezzo dal loro esordio letterario. E Jo, Meg, Beth e Amy diventano oggi icone di quella tendenza dal sapore boho chic che furoreggia in passerella e on the road, composta da abiti accollati, lunghi e pudichi ma assolutamente wannahave.

Secondo Lyst, le ricerche online per i prairie dress, i vestiti a maniche lunghe e gonna a ruota tipici della seconda metà del XIX secolo, sono aumentati del 38%, mentre l’e-commerce Net-a-Porter ha visto crescere le vendite di questi tipo di abiti addirittura del 330% rispetto all’anno scorso. E questo perché sono molti i brand che si sono convertiti a un’estetica che Jo & Co. apprezzerebbero tantissimo: Zimmerman, Thom Browne, Brock Collection, The Vampire’s Wife e Batsheva sono solo alcune delle griffe che hanno lanciato collezioni ricche di volant, maniche a sbuffo, colletti inamidati e accessori romantici che hanno immediatamente conquistato celeb e Insta-queen. Tanto che Topshop ha lanciato una sezione apposita, On the Prairie, e Urban Outfitters ha resuscitato il marchio vintage Laura Ashley, ora ricercatissimo anche su eBay.

Perché paradossalmente gli outfit squisitamente ottocenteschi delle Piccole Donne di Greta Gerwing (interpretate da Soirse Ronan/Jo, Emma Watson/Meg, Eliza Scanlen/Beth, Florence Pough/Amy) sono assolutamente quanto di più contemporaneo e instagrammabile ci sia in circolazione adesso, ponendosi in assoluta antitesi all’athleisure e allo streetwear.

I look Maria Antonietta style di Amy in trasferta in Europa, ad esempio, riecheggiano quelli presentati da Simone Rocha (nella wishlist di ogni millennial), mentre Jo indossa abiti voluminosi e a strati nei toni ruggine e oliva che fanno eco alle silhouette del brand londinese Molly Goddard. Insomma, l’ultimo adattamento cinematografico di Piccole Donne è davvero una miniera d’oro per ispirazioni di stile.

Imperdibile prima al cinema, e poi da riproporre nel guardaroba.

 

0
Vintage Italian Fashion