Vent’anni di storia ed esperienza per la “Bottega dell’Artigianaio”, nata nel 1999 dall’idea dell’artigiano orologiaio Daniele Merelli, 45 anni che ripara orologi, o meglio i meccanismi di orologi e dove intreccia con i non rari clienti, dialoghi sugli “assi del bilanciere” e sugli “alberini di carica”.

Qui, nel cuore del rione Monti, l’ultima trincea degli artigiani della Capitale si snoda lungo le vie Urbana e Panisperna nel tranquillo Rione, un’oasi stretta nella morsa del traffico delle vicine, convulse vie Nazionale e Cavour e qui troviamo il laboratorio Artigianaio Orologi di via Urbana al civico 103A, una realtà di prestigio e qualità.

Gli orologi d’epoca sono i protagonisti del negozio, dove non solo sono in vendita, ma vengono soprattutto riparati. Diplomato come orologiaio riparatore alla Scuola di formazione Elis, Daniele Merelli esegue oggi le principali lavorazioni sui congegni, prendendosene cura secondo le tradizionali tecniche artigiane, donando nuova vita a pezzi storici, veri e propri cult. Orologi da polso, ma anche da tasca, da tavolo e pendoli, qui trovano una casa in cui risorgere per tornare al loro prezioso compito di scandire il tempo. Omega, Zenith, Baume et Mercier sono solo alcuni dei marchi di orologi usati che si potranno acquistare in questa bottega, veri e propri gioielli vintage delle maggiori maison horlogère di alto profilo estetico e in eccellenti condizioni meccaniche.

I clienti non mancano. Sono per lo più anziani, gente ancora legata all’oggetto forse lasciatogli dal padre. Entrano e chiedono spiegazioni assumendo quasi il tono di un paziente con il dottore. Ma una volta entrò una troupe televisiva giapponese e a seguito del servizio poi trasmesso in quel paese, per un lungo periodo la bottega fu meta di molti turisti del Sol Levante.

Un tempio dell’orologio nel cuore di Roma, in cui si è circondati dagli strumenti del mestiere che contribuiscono a ricreare un’affascinante atmosfera tale da rendere questo luogo unico e senza tempo.