Articoli

nft paco rabanne

Paco Rabanne x Selfridges entrano nel mondo NFT

Paco Rabanne x Selfridges ha presentato una collezione di 56 NFT, e una dozzina di essi sono follemente eccitanti e meritano attenzione:

ben 12 abiti d’archivio della collezione 1966 di Paco Rabanne.

“Sin dalla sua creazione, Paco Rabanne ha esplorato nuovi universi per entrare in nuovi territori. Paco Rabanne ama esplorare mondi in cui le discipline si incrociano e si incontrano”, afferma Bastien Daguzan, CEO del marchio. “Questi 12 NFT sono un modo per mostrare il know-how della moda di Paco Rabanne e celebrare la creatività degli archivi in ​​una grammatica moderna”. E come potrebbe essere il futuro della moda e dell’arte digitale? “Ci aspetta un mondo oltre i limiti attuali. Un mondo già presente, dove moda e arte digitale possono creare nuove esperienze. Ma è soprattutto una connessione con la cultura del metaverso, piuttosto che l’ascesa di un nuovo futuro”. 

COSA SONO GLI NFT?

NFT sta per “token non fungibile”: un asset digitale unico che esiste sulla blockchain e non può essere replicato. Gli NFT assumono molte forme: opere d’arte digitale, abbigliamento virtuale e musica sono alcune delle più comuni. Esistono migliaia di questi oggetti da collezione digitali unici, ognuno con un identificatore digitale univoco memorizzato sulla blockchain.

COME FUNZIONANO GLI NFT?

Gli NFT sono essenzialmente un’unità di dati, archiviata su un registro digitale associato alla proprietà di una risorsa digitale. Un NFT può essere musica, arte, video e molto altro: quando crei un NFT è noto come “minting”. In pratica stai scrivendo il codice “contratto intelligente” sottostante. Il codice dello smart contract decide le qualità della NFT, e le aggiunge alla relativa blockchain su cui è codificata la specifica NFT. Sono stati stabiliti molti standard per i contratti intelligenti. L’identificatore digitale di ogni NFT significa che solo tu puoi possederlo e la loro natura unica è ciò che li rende così ricercati. Alcuni collezionisti mostrano i loro NFT in gallerie digitali, cornici digitali, come icone sui social media o avatar nei giochi. In alternativa, puoi conservarli sottilmente nel tuo portafoglio crittografico se preferisci mantenere la tua collezione al minimo.  

cristalli

I cristalli, il trend alert di stagione

Parola d’ordine per essere preziose quest’inverno è cristalli.

Visti tanti in passerella quanto sul tappeto rosso sono l’elemento glamour, immancabili in qualunque serata importante.

Maison come Gucci, Bottega Veneta, Balmain, Versace e Paco Rabanne hanno celebrato la luce dei cristalli.

Al Festival del Cinema di Venezia 2021 Dakota Johnson è una visione di luce e trasparenze nel suo abito creato da Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, mentre al Met Gala, Kendall Jenner in Givenchy omaggia il costume di Audrey Hepburn in “My Fair Lady” con una pioggia di Swarovski a goccia.

Anche l’influencer Chiara Ferragni sceglie la combinazione stravagante di una gonna di cristalli e giacca in lamè argento di Dior, o come ha pubblicato in un post su Instagram ha indossato un jeans di cristalli. Capo iconico, quest’inverno si reinventa per stare al passo con le tendenze.

Nella sua ultima vacanza a Saint Moritz per il lungo weekend dell’Immacolata ha indossato una maglia nera piena di trasparenze e cristalli, per brillare anche in alta quota.

Come di certo non è passato  inosservato il top di cristalli di Versace, brand a lei particolarmente caro, indossato quest’estate in Sardegna, per un look davvero esclusivo.

Lo scintillante top è ispirato a un mondo marino sotterraneo e alla storia di Medusa, figlia di divinità marine, nonché figura mitologica eletta a logo iconico della Maison.

Il trend dei cristalli racchiude tutta la bellezza e lo spirito irriverente delle festività natalizie.

Anche Belen Rodriguez mostra una gonna, firmata Gaelle Paris, con le frange di cristalli.

Un capo cool, sensuale e ricercato per queste feste che si avvicinano, ottima scelta per un party di Capodanno e per impreziosire il look.

I cristalli sono quei piccoli dettagli per un look super ricercato, da lasciare il segno.

C’è attrazione verso tutto ciò che brilla, che luccica.

I vestiti si trasformano come preziosi collier d’alta gioielleria, dai top, alle gonne, ai jeans, agli abiti, sono pieni di luce e di charme.

Anche gli accessori, come gli orecchini, diventano maxi cristalli, come quelli di Balenciaga che realizza maxi orecchini con doppia B tutti in cristallo, una logo mania versione brillante.

Poi c’è Schiaparelli, che sotto la direzione creativa di Daniel Rosberry, ha fatto dei bijoux la sua cifra stilistica : grandi, esagerati, cool con un tripudio di cristalli nella versione Primavera/Estate 2022.

Non solo collane, orecchini, bracciali sono pieni di inserti di cristallo, ma anche gli occhiali come quelli di Prada o Gucci, e poi ci sono décolleté decorate da micro applicazioni in cristallo.

Persino il make up con i cristalli è il trucco più scintillante per l’inverno 2021/22.

Il crystal make up è luminoso e scenografico, ma al contempo chic e sofisticato.

C’è voglia di tornare a brillare….

di Virginia D’Amico

cappe mantella

Stagione di cappa e di spade

Uno dei “must have” di questa stagione invernale è la cappa.

Tutte le fashion blogger del mondo intero paiono possederne una.

Senza la cappa sei out.

Senza la cappa sei peggio di un cavaliere mascherato senza mantello. Uno sfigato insomma.

Capo d’abbigliamento per antonomasia, presente nella storia della moda dall’antico Medioevo, la cappa è calda, avvolgente e divertente, oltre che decisamente utile! Ogni tenace rotolino di ciccia o qualsiasi tipo di gluteo sfrontato vengono benignamente celati dal largo petalo creato sui fianchi dal tessuto. Che inventiva questi trecenteschi!

Tutti i più grandi stilisti e le principali linee di abbigliamento a medio e basso costo, hanno proposto la cappa tra le punte di diamante delle loro collezioni.

Le tendenze di quest’anno spaziano tra le sofisticate mantelle in pelle (vedi Ferragamo, Lanvin, Valentino) e i cape coat in lussuosi panni di lana dalle line morbide e ampie come poncho (vedi Hermès, Max Mara, Balmain), passando per le immancabili cappe tartan (Celine, Dior) e le mantelline più strutturate e dal piglio militaresco, con tanto di bottoni araldici (Giambattista Valli, Paco Rabanne, Loewe). Ampio spazio anche a poncho e manti che sembrano vere e proprie coperte da indossare sulle spalle per una vestibilità boho e molto country (Daks, Isabel Marant, JW Anderson).

giappone Harajuku

Moda 2020: spazio, Giappone e borse XL

Se i temi caldi di questi ultimi 12 mesi sono stati la sostenibilità e l’inclusione dai dati emersi dalla ricerca di Lyst “Year in fashion 2019” vediamo ora quali sono i brand rivelazione dell’anno e quelli che esploderanno nel 20120.

I brand moda rivelazione dell’anno:

Bottega Veneta
Daniel Lee a Bottega Veneta ha trasformato il brand in uno dei più hot dell’anno, ispirando la creazione di @newbottega. La richiesta di accessori è del 53% quest’anno. Bottega Veneta ha scalato ben 21 posizioni del Lyst Index del 3° trimestre, entrando per la prima volta nella classifica dei 20 brand più desiderati.

Pyer Moss
La sfilata di Kerby Jean-Raymond è stata tra le più attese della fashion week di New York. Dopo aver presentato la sua collezione primavera-estate 2020 a settembre, il brand ha
registrato un aumento delle ricerche del 226%.

Jacquemus
Dopo Le Chiquito bag, la richiesta di articoli Jacquemus è in crescita. Le ricerche sono aumentate del 37% con la sfilata spring-summer 2020, tenutasi nei campi di lavanda della Provenza. Nelle 24 ore successive all’evento, le menzioni sui social sono salite con un incremento del 761%. Jacquemus è salito di ben 37 posti nella classifica del desiderati del 3° Lyst Index.

Paco Rabanne
La rivisitazione 2019 dei suoi leggendari design metallici 1969, insieme a testimonial del calibro di Priyanka Chopra e Sophie Turner, hanno generato migliaia di menzioni del brand
sui social. Le ricerche di Paco Rabanne sono salite del 31% su base annua.

Molly Goddard
Le ricerche di Molly Goddard sono salite del 46% rispetto al 2018: gli articoli in tulle sono risultati popolari tanto tra gli influencer, celebrità e gli amanti dello shopping.

Richard Quinn
I modelli Richard Quinn sono stati indossati da Cardi B, Kendall Jenner, Billy Porter, Céline Dion e Winnie Harlow. Le ricerche sono salite del 56% su base annua.

Saks Potts
+1.328% ricerche a luglio, quando la cantante spagnola Rosalía è apparsa indossando il cappotto Foxy della maison.

Telfar
+89% ricerche su Lyst. Una sfilate più hot della NYFW e l’attore americano Ashton Sanders è apparso con un outfit Telfar al Met Gala.

E nel prossimo anno? Ecco qualche previsione sulle tendenze moda 2020:

Lo spazio contagia la moda
Quattro missioni su Marte, un razzo riutilizzabile firmato SpaceX, una nuova generazione di navi spaziali con equipaggio tutto umano: con questi fra i progetti in fase di lancio nel 2020, anche la moda diventa intergalattica. Come percepito dalle passerelle spring-summer 2020, si prevedono tessuti olografici, outerwear spaziale e design innovativi.

Giappone mania
La prossima estate sono attesi 600mila spettatori da tutto il mondo a Tokyo, in occasione dei giochi olimpici e paralimpici del 2020. Preparatevi quindi a trarre ispirazione dall’audace stile di strada di Harajuku e dai brand di culto contemporanei come Sacai, Undercover, Visvim e Neighborhood.

Il ritorno delle borse extralarge
Per il 2020 si prevede un ritorno di modelli XL tipici dei primi anni del 2000, in particolare dei nuovi design in morbida pelle di brand del calibro di Little Liffner e The Row.