Articoli

Roberta di Camerino

Roberta di Camerino, una veneziana nel gotha della moda

“Sono tornata a casa con le mie cose dentro un foulard. Il giorno dopo non sono riuscita a trovare nient’altro di bello o di economico. Ho comprato la pelle, un rocchetto di spago e un ago ricurvo. In poco tempo ho avuto di nuovo la mia vecchia borsa. Un giorno un poliziotto mi ha fermato sul treno per contrabbando “.

Giuliana Coen Camerino.

Roberta di Camerino, una delle firme veneziane più importanti della moda, è nata proprio l’8 dicembre 1920 e morta, sempre a Venezia, l’11 maggio 2010. Il nome della griffe di alta moda da lei fondata subito dopo la fine della seconda guerra mondiale e stata intitolata con il nome della figlia Roberta. Il logo dell’azienda – che ha sede a Venezia in Calle della Testa – è rappresentato da una cintura intrecciata che forma una lettera R maiuscola.
A giugno 2008 il marchio Roberta di Camerino è stato acquisito da Sixty Group SpA di Wicky Hassan e Renato Rossi. La sua storia nel racconto di Cristina Gregorin:
Roberta di Camerino

A Borbonese la licenza di Roberta di Camerino

Borbonese ha stretto un accordo quinquennale con Roberta di Camerino per la licenza produttiva e distributiva del brand a livello mondiale. Borbonese, a partire dalla stagione primavera/estate 2020, seguirà la produzione e la distribuzione su scala internazionale del marchio creato da Giuliana Coen, ad eccezione di Giappone, Cina e Corea del Sud.

I codici estetici di Roberta di Camerino, tra cui la baiadera nei colori verde, blu e rosso, il velluto, il trompe-l’oeil e la “R” a cinghia saranno declinati in tutte le linee. Protagonista della nuova collezione, rieditata per l’occasione in una limited edition, sarà La Bagonghi, una delle prime It bag, presentata per la prima volta nel 1959.

“Sono convinto che il nostro gruppo, grazie alla nuova struttura produttiva e commerciale, saprà ridare prestigio al marchio rispettandone l’identità e aumentandone la brand equity”, ha commentato Alessandro Pescara, AD di Borbonese, che in portafoglio ha già altre licenze, tra cui RedwallMoschino AccessoriLes Copains AccessoriArmani e Romeo Gigli Accessori.