Articoli

valentino, armani, versace

Buon compleanno monsieur Valentino

Valentino, l’imperatore della moda ha compiuto 90 anni, una vita a vestire le star del cinema, a rendere la moda e il made in Italy unico al mondo, con il suo senso di grandezza, di glamour e di magnificenza.

Amante del bello e del buon gusto. “Amo la bellezza, non è colpa mia”, è forse la frase che più di ogni altra racconta il mondo e la visione di Valentino.

Come dimenticare l’abito da sposa disegnato da Valentino e indossato il 20 ottobre 1968 da Jacqueline Kennedy per il matrimonio con Aristotele Onassis. Il primo di una lunga serie di star dress.

Ogni suo abito realizza un sogno per chi li indossa.

Il red Valentino, una tonalità unica, resta la sua firma più iconica, come l’abito indossato agli Oscar 2011 dall’amica de Il diavolo vesta Prada oppure quello indossato da Monica Bellucci alla prima de La Traviata a Valencia nel 2017.

Indimenticabile, il look di Julia Roberts vincitrice dell’Oscar come migliore attrice per Erin Brockovich, avvolta in un abito con scollo a V black &white nel 2001 e la spledida Sophia Loren in un abito ricamato di paillettes nere il 25 marzo del 1991.

Muse, attrici, imperatrici, star internazionali vestono rigorosamente Valentino, per indossare quello stile italiano glamour e tres chic.

Gli abiti firmati Valentino sono simbolo di femminilità, abiti iconici per il mondo della moda e dello stile.

Abiti inconfondibili sono da sempre emblema di lusso e delicatezza.

Le sue splendide creazioni hanno permesso alla moda e al made in Italy di imporsi a livello internazionale.

La Maison Valentino, per questa occasione, produrrà un’esclusiva felpa in edizione limitata in rosso e con la scritta “I love beauty, It’s not my fault”, in vendita a partire dall’11 maggio esclusivamente online sul sito www.valentino.com . L’intero ricavato sarà devoluto alla Fondazione Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti.

Dal 2007 lo stilista si è ritirato dalle scene, il suo marchio sarà venduto a una società tedesca, ma la V maiuscola resta l’iconico simbolo della moda, di fascino e di eleganza.

Valentino ne ha fatta tanta di strada per la sua formazione. Dai primi anni a Milano e poi a Parigi come collaboratore nella Casa di Moda di Jean Desses e nell’atelier di Laroche. Il rientro in Italia e la fondazione della sua maison negli anni ’50, ma non ebbe successo. Fu solo la collaborazione con Giancarlo Giammetti, con il quale per anni sarà legato sentimentalmente, a indicare la svolta. Valentino da quel momento curerà solo la “bellezza”, Giammetti, invece, curerà l’aspetto economico della nuovo società.

L’inizio di un enorme successo per un designer semplicemente geniale.

Oggi a guidare la maison c’è Pierpaolo Piccioli degno e talentuoso successore di quello stile femminile e romantico che da sempre non smette di farci sognare.

Direttamente dal suo account Instagram Pierpaolo Piccioli ha fatto gli auguri a Valentino Garavani: ”Tutti conoscono la grandezza e la bellezza del suo lavoro. Io ho avuto la fortuna di conoscere un po’ di più, ho avuto la possibilità di lavorare con lui e di imparare da lui i segreti del nostro lavoro, ma anche l’uomo che sta dietro al suo lavoro”.

Buon compleanno Maestro!

Gli auguri di Giorgio Armani su twitter

“Happy Birthday to Valentino, a man of great tact and sensibility, who with his style, classic in the highest sense of the word, has made women feel beautiful for generations.” – Giorgio Armani