Articoli

antitendenza7.01

10 tendenze autunnali che stanno per diventare anti-tendenze

Molte le nuove tendenze nel mondo della moda che ci affascinano ma dobbiamo fare attenzione ad altrettante anti-tendenze che ci proiettando nel mondo dell’OUT. Vediamone alcune:

▪️Tacchi a spillo corti

Questo modello di scarpa è sempre stato controverso. In primo luogo non taglia molto bene il piede e in secondo luogo sembra una via di mezzo tra scarpe e stivaletti, strano.

▪️E’ OUT tutto ciò che è stretto e lungo, come ad esempio i cardigan stretti e sottili.

Quelli lunghi sono anti-tendenza, sostituiteli con quelli degli anni 2000: corti e in jersey sottile, stile Jacquemus.

▪️Cappotti con strisce orizzontali di pelliccia

Che si tratti di zibellino o visone, i cappotti di pelliccia a righe orizzontali sono assolutamente anti-tendenza in questo momento!

▪️Scarpe da ginnastica brutte

Le scarpe da ginnastica brutte sono state in voga per l’ultima volta intorno al 2010, oggi è preferibile uno stile più ordinato e pulito.

▪️Piumini slim fit

Il piumino nel 2021 deve incorporare un maglione spesso o di lana, essere voluminoso e possibilmente anche over-size.

▪️Collant con logo

Nelle ultime stagioni, la mania del logo si è spostata dagli abiti ai collant: soprattutto le fashioniste si sono innamorate delle versioni di Chanel e Balenciaga. Ma quest’autunno il consiglio è di sostituirle con calze alte o calze seducenti con reggicalze che spuntano audacemente da sotto gli abiti.

▪️Scarpe

La scarpa da ginnastica non vorremmo toglierla mai, ma dovrete farlo: la tendenza sta già perdendo la sua attualità. Nei primi mesi autunnali possono essere sostituite da ballerine zoccoli e mocassini con suola solida e colorata.

Mai la scarpa con la zeppa interna o alzatacco che fa tanto menopausa. Meglio orientarsi verso le scarpe con il plateau esagerato anche  sandalo con calzino.

▪️Abiti in maglia stropicciata

Gli abiti aderenti in maglia strutturata sono stati una tendenza selvaggia per alcune stagioni, ma la loro popolarità sta per finire. Sostituiteli con capi realizzati con filati sottili e lisci o, meglio ancora, con combinazioni di seta di lunghezza maxi che non passeranno mai di moda.

▪️Camicie total beige

Il beige è il nuovo nero. È diventato molto popolare negli ultimi anni, ma grazie agli sforzi dei fashion-influencer è riuscito ad annoiare tutti, soprattutto nella variante total-blue. Può essere sostituito da altre tonalità pastello.

▪️Leggings con spacchi o borchie

I leggings con cuciture allungate o piccoli spacchi sottostanti sono già noiosi per tutti. A breve termine sono destinati agli scaffali più lontani degli armadi in attesa del loro momento di gloria.

giappone Harajuku

Moda 2020: spazio, Giappone e borse XL

Se i temi caldi di questi ultimi 12 mesi sono stati la sostenibilità e l’inclusione dai dati emersi dalla ricerca di Lyst “Year in fashion 2019” vediamo ora quali sono i brand rivelazione dell’anno e quelli che esploderanno nel 20120.

I brand moda rivelazione dell’anno:

Bottega Veneta
Daniel Lee a Bottega Veneta ha trasformato il brand in uno dei più hot dell’anno, ispirando la creazione di @newbottega. La richiesta di accessori è del 53% quest’anno. Bottega Veneta ha scalato ben 21 posizioni del Lyst Index del 3° trimestre, entrando per la prima volta nella classifica dei 20 brand più desiderati.

Pyer Moss
La sfilata di Kerby Jean-Raymond è stata tra le più attese della fashion week di New York. Dopo aver presentato la sua collezione primavera-estate 2020 a settembre, il brand ha
registrato un aumento delle ricerche del 226%.

Jacquemus
Dopo Le Chiquito bag, la richiesta di articoli Jacquemus è in crescita. Le ricerche sono aumentate del 37% con la sfilata spring-summer 2020, tenutasi nei campi di lavanda della Provenza. Nelle 24 ore successive all’evento, le menzioni sui social sono salite con un incremento del 761%. Jacquemus è salito di ben 37 posti nella classifica del desiderati del 3° Lyst Index.

Paco Rabanne
La rivisitazione 2019 dei suoi leggendari design metallici 1969, insieme a testimonial del calibro di Priyanka Chopra e Sophie Turner, hanno generato migliaia di menzioni del brand
sui social. Le ricerche di Paco Rabanne sono salite del 31% su base annua.

Molly Goddard
Le ricerche di Molly Goddard sono salite del 46% rispetto al 2018: gli articoli in tulle sono risultati popolari tanto tra gli influencer, celebrità e gli amanti dello shopping.

Richard Quinn
I modelli Richard Quinn sono stati indossati da Cardi B, Kendall Jenner, Billy Porter, Céline Dion e Winnie Harlow. Le ricerche sono salite del 56% su base annua.

Saks Potts
+1.328% ricerche a luglio, quando la cantante spagnola Rosalía è apparsa indossando il cappotto Foxy della maison.

Telfar
+89% ricerche su Lyst. Una sfilate più hot della NYFW e l’attore americano Ashton Sanders è apparso con un outfit Telfar al Met Gala.

E nel prossimo anno? Ecco qualche previsione sulle tendenze moda 2020:

Lo spazio contagia la moda
Quattro missioni su Marte, un razzo riutilizzabile firmato SpaceX, una nuova generazione di navi spaziali con equipaggio tutto umano: con questi fra i progetti in fase di lancio nel 2020, anche la moda diventa intergalattica. Come percepito dalle passerelle spring-summer 2020, si prevedono tessuti olografici, outerwear spaziale e design innovativi.

Giappone mania
La prossima estate sono attesi 600mila spettatori da tutto il mondo a Tokyo, in occasione dei giochi olimpici e paralimpici del 2020. Preparatevi quindi a trarre ispirazione dall’audace stile di strada di Harajuku e dai brand di culto contemporanei come Sacai, Undercover, Visvim e Neighborhood.

Il ritorno delle borse extralarge
Per il 2020 si prevede un ritorno di modelli XL tipici dei primi anni del 2000, in particolare dei nuovi design in morbida pelle di brand del calibro di Little Liffner e The Row.

Fashion Discovery Site

Fashion Discovery Site prevede le tendenze nella moda di lusso?

I marchi di moda, dall’haute couture allo street style, si affidano sempre più agli influencer dei social media per pubblicizzare i loro capi. Ma il vero potere è ancora in mano alle preferenze del cliente e su queste si basano le scelte delle piattaforme di e-commerce della moda.

Come riportato da Fortune una di queste, Moda Operandi ha recentemente pubblicato il suo primo “Runway Report“, un nuovo rapporto sull’analisi delle abitudini di acquisto dei consumatori con le previsioni sulle tendenze moda dell’autunno e dell’inverno 2019. Tra alcuni dei dati interessanti ci sono i report con gli orari e i giorni più popolari della settimana in cui i consumatori acquistano online soprattutto prodotti di lusso, le sfilate più amate durante le sfilate di moda (New York, Londra, Milano e Parigi) e una ripartizione dei livelli geografici per quanto riguarda le città che hanno il maggior numero di consumatori a seconda dei designer.

Gran parte dei risultati del sito di e-commerce si basa su ciò che la marca chiama “trunkshow data”. I trunks sono eventi in cui i venditori presentano la merce direttamente al personale del negozio o ai clienti. Moda Operandi ha ospitato più di 120 trunks durante la stagione dei mesi della moda 2019 all’inizio di quest’anno.

Tra alcuni dei risultati che potrebbero essere utili ai rivenditori di tutti i tipi e ai prezzi, Moda Operandi ha riscontrato che i clienti affollavano il sito più frequentemente la domenica mattina e il lunedì pomeriggio, un bel modo per iniziare la settimana.

Tra le città statunitensi e internazionali in cui i clienti spendono di più per la moda di lusso, ci sono alcune capitali della moda, ma anche alcune sorprese.

Top 10 Spending Global Cities
  1. Londra, Regno Unito
  2. Hong Kong
  3. Doha, Qatar
  4. Riyadh, Arabia Saudita
  5. Singapore
  6. Parigi, Francia
  7. Kuwait City, Kuwait
  8. Veldem Am Worthsee, Austria
  9. Toronto, Canada
  10. Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti

Ma forse il vero scoop basato sui dati di Moda Operandi è: quali saranno le tendenze più calde in autunno? Cosa indosseranno tutti?

Preparatevi per una tavolozza di colori più neutra entro la fine dell’anno, con molte novità in grigio, bianco, rosa e verde. Tessuti tradizionali (tweed, plaid, scacchi, ecc.) e tocchi romantici, come le maniche voluminose.

Quindi gli acquirenti guideranno le tendenze e questo grazie ad alcuni dei termini di ricerca in aumento sul sito, tra cui trench, ma anche perle, fasce, piume e, stranamente, tie dye.

Il rovescio della medaglia, Moda Operandi ha anche previsioni per quello che sarà OUT questo autunno, in base ai termini di ricerca in caduta libera: velluto, paillettes, anmalier, bustier e corsetti.

Staremo a vedere se queste previsioni saranno azzeccate, certo si tratta di scommesse che riguardano gli Stati Uniti, da noi è tutta un’altra storia!