Lo shopping è terapeutico: abbassa ansia e stress e aiuta a mantenersi in forma. Non è solo una scusa ma lo dice ora anche la scienza. Secondo uno studio scientifico, condotto da un pool di ricercatori di Taiwan e Australia, su 1.900 volontari di entrambi i sessi e pubblicato sulla rivista specializzata “Journal of epidemiology and community health”, lo shopping farebbe diminuire ansia e stress curando la mente e l’animo.

L’effetto calmante dello shopping può essere terapeutico, in alcuni casi fare spese si traduce in una forma di divertimento che aiuta a combattere la depressione  e un senso di malessere e isolamento. Lo shopping migliora anche l’autostima: su un campione di mille persone dal portale di commercio online Zalando è emerso che l’8% degli italiani si dedica alle spese quando si sente gù di morale, perché l’acquisto determina immediati benefici dal punto di vista psicologico.

Fare shopping è un ottimo incentivo per stare in forma: comprare abiti nei quali sarà necessario entrare, aiuta a mantenersi attivi e lo stesso passeggiare per vetrine è una forma di fitness. Secondo la ricerca scientifica, passeggiare per tre ore fra una vetrina e l’altra permette di bruciare 350 calorie, che possono diventare 500 se si decide di evitare ascensori e scale mobili.

Il consiglio degli esperti è però di porsi dei limiti di budget che aiutino a non strafare e a godere dello shopping senza conseguenze rischiose.