Guess sceglie il vintage moderno per la nuova collezione

guess vintage moderno

Il vintage moderno non è esattamente uno stile retrò, ottenuto con i capi vintage dei mercatini e delle boutique, ma un look che sembra d'altri tempi, anche se è ottenuto e costruito con capi e accessori nuovi di zecca, proposti dai marchi della moda di oggi.

Se ami quindi lo stile vintage, ma gli abiti usati non fanno per te, il vintage moderno è la soluzione perfetta.

Questo stile sta prendendo piede tra i marchi d’alta gamma, come testimonia la recente partnership tra Gucci e il portale specializzato nella vendita e nell’acquisto di beni di lusso di seconda mano The RealReal.

Guess ha appena lanciato negli Stati Uniti il progetto ‘Certified Vintage Program’: 68 pezzi autentici provenienti da tutto il mondo disponibili sul proprio sito.Un’anima vintage ispirata allo stile dei ruggenti anni Sessanta. Jeans, felpe, t-shirt, giacche in denim prodotta tra il 1981 al 1999, oggi in vendita a partire da 79 dollari fino a 168 dollari per la classica salopette in blue jeans. Sono riconoscibili i tratti distintivi del brand e l’evolversi di alcuni dettagli caratterizzanti come il logo, i lavaggi in voga all’epoca e la palette di colori retrò.

Parallelamente Guess ha anche aperto il ‘Vintage Seeding Suite’ all’interno del proprio headquarter losangelino, un’istallazione all’aria aperta che potrà essere visitata su appuntamento da redattori e fashion influencer. Il marchio si fa promotore della moda circolare partecipando al Circular Fashion System Commitment, movimento fondato da Global Fashion Agenda al fine di spronare il riciclo degli indumenti.

di Virginia D'Amico

Se vuoi vedere altri articoli simili a Guess sceglie il vintage moderno per la nuova collezione Entra nella categoria Sfilate.

Articoli correlati

Go up