I documentari di Sky Arte sul mondo della moda

Sky Arte Moda Moda Una rivoluzione italiana

Moda – Una rivoluzione italiana. Un viaggio nella moda italiana dal 1900 a oggi.

Indice

Il 24 febbraio su Sky Arte è andato in onda il documentario “Moda – Una rivoluzione italiana: quattro puntate”, in prima visione, per ripercorrere un secolo di epocali cambiamenti del costume e della società grazie alle riflessioni di esperti del settore.

Non una cronistoria del Made in Italy, ma una narrazione acuta e appassionante che dai primi decenni del Novecento arriva ai giorni nostri per descrivere la relazione tra il modo di vestire e i ruoli sociali e di genere.

Diviso in quattro parti – le prime due andate in onda il 24 febbraio – riunisce le voci di influenti figure del settore, chiamate a riflettere sul rapporto simbiotico tra moda e società. Un legame in cui non mancano contraddizioni, echi del passato, prospettive future, confini da superare. Perché la moda non è mai solo moda.

Il primo episodio prende avvio con l’inizio del Novecento e approda alla Seconda guerra mondiale: ricostruendo tale percorso cronologico, si assiste alla progressiva liberazione del corpo femminile e all’ascesa dei primi movimenti femministi. Rilevanti i contributi riuniti per l’occasione, tra cui quelli del creative director Nick Cerioni, del critico Angelo Flaccavento, della storica e critica della moda Sofia Gnoli, della teorica della moda Maria Luisa Frisa, dello studioso delle avanguardie artistiche Guido Andrea Pautasso e della ex modella e docente di antropologia della moda Benedetta Barzini.

A seguire, il successivo episodio descrive il contesto del dopoguerra per arrivare fino al Sessantotto. I riflettori sono puntati su anni in cui l’ideale estetico si modifica radicalmente, con l’affermarsi prima della donna maggiorata e poi con l’ascesa della minigonna, indumento a suo modo rivoluzionario. Tra gli esperti coinvolti si segnalano la storica e critica della moda Bonizza Giordani Aragno, il docente di storia della moda e performer Matteo Augello, la sociologa della moda Patrizia Calefato, il creatore di moda Roberto Capucci, i sarti di moda maschile Giulio e Andrea Caraceni e il fotografo Oliviero Toscani.

In programma il 2 marzo alle ore 21:15, il terzo episodio prende avvio con i moti sessantottini, artefici di un cambiamento radicale del panorama italiano, in opposizione ai canoni borghesi del tempo. Cruciali in questo ampio frangente cronologico sono le creazioni di Giorgio Armani e Gianni Versace, che negli anni Ottanta mettono il corpo al centro del discorso. A spiegare questi e altri concetti nel corso della pellicola sono – tra gli altri – la giornalista e direttore creativo di Superstudio Group Gisella Borioli, il semiologo della moda Ugo Volli, la fashion consultant e talent scout Simonetta Gianfelici, e la docente di Fashion studies Simona Segre Reinach.

Sky Arte Moda – Una rivoluzione italiana

Il documentario prosegue alle 22:15, con la quarta e ultima puntata. Riprendendo il viaggio dagli anni Novanta, in cui la moda reagisce agli eccessi della decade precedente proponendo un’estetica minimalista e androgina, si arriva fino ai giorni nostri, caratterizzati da una nuova parola d’ordine: inclusività. I temi di questo episodio sono approfonditi da personalità illustri e professionisti del settore, quali l'artista Clotilde Petrosino, l’ambasciatrice di moda etica Marina Spadafora, la creative director Eleonora Carisi, l’imprenditore tecnologico Federico Marchetti, l’artista ed influencer Stephanie Glitter, il costumista Massimo Cantini Parrini e la casting director Caterina Matteucci.

Sky Arte: Coco Chanel – Senza segreti

Il documentario “Coco Chanel – Senza segreti” è stato trasmesso in due episodi su Sky Arte il 28 gennaio 2024 ed è disponibile in streaming su Now.

Un documentario, diretto dalla regista Hannah Berryman, in due coinvolgenti episodi che svela la vita di un’icona intramontabile che ha ridefinito il mondo della moda. Coco Chanel, una figura rivoluzionaria che ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama dell’arte e dello stile, è stata rivelata in tutta la sua grandezza.

La donna che ha trasformato il suo lavoro in arte, che ha rivoluzionato il mondo della moda e che ha tramandato la sua visione alle donne fino ai nostri giorni.

Sky Arte: Helmut Newton – The bad and the beautiful

Il documentario “Helmut Newton – The bad and the beautiful” indaga l’opera di un autore che ha lasciato un segno indelebile nell’immaginario visivo del Novecento. Andato in onda su Sky Arte nel 2021, in prima serata.

Diretta nel 2020 dal regista Gero von Boehm, in occasione del centenario della nascita dell’artista, la pellicola ripercorre le tappe principali dell’avventurosa esistenza del celebre fotografo tedesco naturalizzato australiano.

Attraverso i contributi di figure di riferimento del mondo del cinema e della moda – tra cui Charlotte Rampling, Isabella Rossellini, Grace Jones, Anna Wintour, Marianne Faithfull, Hanna Schygulla, Claudia Schiffer e Carla Sozzani – della moglie del fotografo, June Newton, e i “contrappunti critici” di voci autorevoli come Susan Sontag (che in un memorabile scambio in cui lo accusava di essere un misogino), il documentario indaga in profondità l’eredità di Newton.

Fonte: artribune

Se vuoi vedere altri articoli simili a I documentari di Sky Arte sul mondo della moda Entra nella categoria Eventi.

Articoli correlati

Go up